Decreto Del Presidente Della Repubblica 31 Agosto 1999 N 394-Books Pdf

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 31 agosto 1999 n 394
04 Dec 2019 | 36 views | 0 downloads | 56 Pages | 241.80 KB

Share Pdf : Decreto Del Presidente Della Repubblica 31 Agosto 1999 N 394

Download and Preview : Decreto Del Presidente Della Repubblica 31 Agosto 1999 N 394


Report CopyRight/DMCA Form For : Decreto Del Presidente Della Repubblica 31 Agosto 1999 N 394



Transcription

nei casi previsti dal testo unico delle disposizioni concernenti la. disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello. straniero di seguito denominato testo unico il Ministero degli. affari esteri a richiesta comunica ai notai ed ai responsabili dei. procedimenti amministrativi che ammettono gli stranieri al godimento. dei diritti in materia civile i dati relativi alle verifiche del. godimento dei diritti in questione da parte dei cittadini italiani. nei Paesi d origine dei suddetti stranieri, 2 L accertamento di cui al comma 1 non e richiesto per i. cittadini stranieri titolari della carta di soggiorno di cui. all articolo 9 del testo unico nonche per i cittadini stranieri. titolari di un permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato. o di lavoro autonomo per l esercizio di un impresa individuale per. motivi di famiglia per motivi umanitari e per motivi di studio e. per i relativi familiari in regola con il soggiorno. Rapporti con la pubblica amministrazione, 1 I cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia. possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive di cui all articolo. 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445 limitatamente agli stati fatti e qualita personali. certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati. italiani 5, 2 Gli stati fatti e qualita personali diversi da quelli. indicati nel comma 1 sono documentati mediante certificati o. attestazioni rilasciati dalla competente autorita dello Stato. estero legalizzati ai sensi dell articolo 49 del decreto del. Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967 n 200 dalle autorita. consolari italiane e corredati di traduzione in lingua italiana di. cui l autorita consolare italiana attesta la conformita. all originale Sono fatte salve le diverse disposizioni contenute. nelle convenzioni internazionali in vigore per l Italia. L interessato deve essere informato che la produzione di atti o. documenti non veritieri e prevista come reato dalla legge italiana e. determina gli effetti di cui all articolo 4 comma 2 del testo. 2 bis Ove gli stati fatti e qualita personali di cui al comma 1. non possono essere documentati mediante certificati o attestazioni. rilasciati da competenti autorita straniere in ragione della. mancanza di una autorita riconosciuta o della presunta. inaffidabilita dei documenti rilasciati dall autorita locale. rilevata anche in sede di cooperazione consolare Schengen locale ai. sensi della decisione del Consiglio europeo del 22 dicembre 2003 le. rappresentanze diplomatiche o consolari provvedono al rilascio di. certificazioni ai sensi dell articolo 49 del decreto del Presidente. della Repubblica 5 gennaio 1967 n 200 sulla base delle verifiche. ritenute necessarie effettuate a spese degli interessati. AGGIORNAMENTO 5, Il D L 9 febbraio 2012 n 5 convertito con modificazioni dalla. L 4 aprile 2012 n 35 ha disposto con l art 17 comma 4 quater. che Le disposizioni di cui ai commi 4 bis e 4 ter acquistano. efficacia a far data dal 1 gennaio 2013,Comunicazioni allo straniero.
1 Le comunicazioni dei provvedimenti dell autorita giudiziaria. relative ai procedimenti giurisdizionali previsti dal testo unico e. dal presente regolamento sono effettuate con avviso di cancelleria al. difensore nominato dallo straniero o a quello incaricato di ufficio. 2 Le comunicazioni dei provvedimenti concernenti gli stranieri. diversi da quelli indicati nel comma 1 emanati dal Ministro. dell interno dai prefetti dai questori o dagli organi di polizia. sono effettuate a mezzo di ufficiali od agenti di pubblica sicurezza. con le modalita di cui al comma 3 o quando la persona e. irreperibile mediante notificazione effettuata nell ultimo domicilio. conosciuto, 3 Il provvedimento che dispone il respingimento il decreto di. espulsione il provvedimento di revoca o di rifiuto del permesso di. soggiorno quello di rifiuto della conversione del titolo di. soggiorno la revoca od il rifiuto della carta di soggiorno sono. comunicati allo straniero mediante consegna a mani proprie o. notificazione del provvedimento scritto e motivato contenente. l indicazione delle eventuali modalita di impugnazione effettuata. con modalita tali da assicurare la riservatezza del contenuto. dell atto Se lo straniero non comprende la lingua italiana il. provvedimento deve essere accompagnato da una sintesi del suo. contenuto anche mediante appositi formulari sufficientemente. dettagliati nella lingua a lui comprensibile o se cio non e. possibile per indisponibilita di personale idoneo alla traduzione. del provvedimento in tale lingua in una delle lingue inglese. francese o spagnola secondo la preferenza indicata. dall interessato, 4 Nel provvedimento di espulsione e nella sintesi di cui al comma. 3 lo straniero e altresi informato del diritto di essere assistito. da un difensore di Fiducia con ammissione qualora le sussistano i. presupposti al gratuito patrocinio a spese dello Stato a norma della. legge 30 luglio 1990 n 217 e successive modificazioni ed e. avvisato che in mancanza di difensore di fiducia sara assistito da. un difensore di ufficio designato dal giudice tra quelli iscritti. nella tabella di cui all articolo 29 del decreto legislativo 28. luglio 1989 n 271 e che le comunicazioni dei successivi. provvedimenti giurisdizionali saranno effettuate con l avviso di. cancelleria al difensore nominato dallo straniero o a quello. incaricato di ufficio,Comunicazioni all autorita consolare. 1 L informazione prevista dal comma 7 dell articolo 2 del testo. unico contiene, a l indicazione dell autorita giudiziaria o amministrativa che. effettua l informazione, b le generalita dello straniero e la sua nazionalita nonche ove.
possibile gli estremi del passaporto o di altro documento di. riconoscimento ovvero in mancanza le informazioni acquisite in. merito alla sua identificazione, c l indicazione delle situazioni che comportano l obbligo. dell informazione con specificazione della data di accertamento. della stessa nonche ove sia stato emesso un provvedimento nei. confronti dello straniero gli estremi dello stesso. d il luogo in cui lo straniero si trova nel caso di provvedimento. restrittivo della liberta personale di decesso o di ricovero. ospedaliero urgente, 2 La comunicazione e effettuata per iscritto ovvero mediante. Fonogramma telegramma o altri idonei mezzi di comunicazione Nel. caso in cui la rappresentanza diplomatica o consolare piu vicina. dello Stato di cui lo straniero e cittadino si trovi all estero le. comunicazioni verranno fatte al Ministero degli affari esteri che. provvedera ad interessare la rappresentanza competente. 3 L obbligo di informazione all autorita diplomatica o consolare. non sussiste quando lo straniero cui la specifica richiesta deve. essere rivolta dai soggetti di cui all articolo 2 comma 7 del testo. unico dichiari espressamente di non volersi avvalere degli. interventi di tale autorita Per lo straniero di eta inferiore ai. quattordici anni la rinuncia e manifestata da chi esercita la. potesta sul minore, 4 Oltre a quanto previsto dall articolo 2 comma 7 del testo. unico l informazione all autorita consolare non e comunque. effettuata quando dalla stessa possa derivare il pericolo per lo. straniero o per i componenti del nucleo familiare di persecuzione. per motivi di razza di sesso di lingua di relizione di opinioni. politiche di origine nazionale di condizioni personali o sociali. INGRESSO E SOGGIORNO,Rilascio dei visti di ingresso. 1 Il rilascio dei visti di ingresso o per il transito nel. territorio dello Stato e di competenza delle rappresentanze. diplomatiche o consolari italiane a cio abilitate e tranne in casi. particolari territorialmente competenti per il luogo di residenza. dello straniero Gli uffici di polizia di frontiera italiani possono. essere autorizzati a rilasciare visti di ingresso o di transito per. una durata non superiore rispettivamente a dieci e a cinque giorni. per casi di assoluta necessita, 2 Il visto puo essere rilasciato se ne ricorrono requisiti e.
condizioni per la durata occorrente in relazione ai motivi della. richiesta e alla documentazione prodotta dal richiedente. 3 La tipologia dei visti corrispondente ai diversi motivi di. ingresso nonche i requisiti e le condizioni per l ottenimento di. ciascun tipo di visto sono disciplinati da apposite istruzioni del. Ministero degli affari esteri adottate con decreto del Ministro. degli affari esteri di concerto con i Ministri dell interno del. lavoro e delle politiche sociali della giustizia della salute. dell istruzione dell universita e della ricerca delle attivita. produttive e per gli affari regionali e sono periodicamente. aggiornate anche in esecuzione degli obblighi internazionali assunti. dall Italia, 4 Le rappresentanze diplomatiche e consolari italiane sono tenute. ad assicurare per le esigenze dell utenza adeguate forme di. pubblicita di detti requisiti e condizioni nonche degli eventuali. requisiti integrativi resi necessari da particolari situazioni locali. o da decisioni comuni adottate nell ambito della cooperazione con le. rappresentanze degli altri Stati che aderiscono alla Convenzione di. applicazione dell Accordo di Schengen, 5 Fermo restando quanto previsto dal comma 4 nella domanda per. il rilascio del visto lo straniero deve indicare le proprie. generalita complete e quelle degli eventuali familiari al seguito. gli estremi del passaporto o di altro documento di viaggio. riconosciuto equivalente il luogo dove e diretto il motivo e la. durata del soggiorno, 6 Alla domanda deve essere allegato il passaporto o altro. documento di viaggio riconosciuto equivalente nonche la. documentazione necessaria per il tipo di visto richiesto e in ogni. caso quella concernente,a la finalita del viaggio,b l indicazione dei mezzi di trasporto utilizzati. c la disponibilita dei mezzi di sussistenza sufficienti per la. durata del viaggio e del soggiorno osservate le direttive di cui. all articolo 4 comma 3 del testo unico, c bis il nullaosta di approvazione del progetto da parte del.
Comitato per i minori stranieri rilasciato previa acquisizione di. quello della questura per i componenti del nucleo familiare che. ospita il minore con allegata la lista dei minori e degli. accompagnatori per il rilascio del visto per il soggiorno di cui. all articolo 10 comma 3 bis,d le condizioni di alloggio. 7 COMMA SOPPRESSO DAL D P R 18 OTTOBRE 2004 N 334, 8 Valutata la ricevibilita della domanda ed esperiti gli. accertamenti richiesti in relazione al visto richiesto ivi comprese. le verifiche preventive di sicurezza il visto e rilasciato entro 90. giorni dalla richiesta fatto salvo quanto diversamente previsto. dal testo unico e dal presente regolamento, 8 bis Contestualmente al rilascio del visto d ingresso la. rappresentanza diplomatica o consolare consegna al titolare del visto. una comunicazione scritta in lingua a lui comprensibile o ove sia. impossibile in inglese francese spagnolo o arabo secondo le. preferenze manifestate dall interessato che illustri i diritti e. doveri dello straniero relativi all ingresso ed al soggiorno in. Italia di cui all articolo 2 del testo unico nonche l obbligo di. presentarsi nei tempi stabiliti dalla legge alle competenti autorita. dopo il suo ingresso in Italia,Visti per ricongiungimento familiare. e per familiari al seguito, 1 La richiesta di nullaosta al ricongiungimento familiare per i.
soggetti di cui all articolo 29 comma 1 del testo unico va. presentata allo Sportello unico per l immigrazione presso la. Prefettura Ufficio territoriale del Governo competente per il luogo. di dimora del richiedente La domanda dell interessato deve essere. corredata dalla, a copia della carta di soggiorno o del permesso di soggiorno avente. i requisiti di cui all articolo 28 comma 1 del testo unico. b documentazione attestante la disponibilita del reddito di cui. all articolo 29 comma 3 lettera b del testo unico, c documentazione attestante la disponibilita di un alloggio a. norma dell articolo 29 comma 3 lettera a del testo unico A. tale fine l interessato deve produrre l attestazione dell ufficio. comunale circa la sussistenza dei requisiti di cui al predetto. articolo del testo unico ovvero il certificato di idoneita. igienico sanitaria rilasciato dall Azienda unita sanitaria locale. competente per territorio, d documentazione attestante i rapporti di parentela la minore eta. e lo stato di famiglia, e documentazione attestante l invalidita totale o i gravi motivi di. salute previsti dall articolo 29 comma 1 lettere c e b bis. del testo unico rilasciata a spese del richiedente dal medico. nominato con decreto della rappresentanza diplomatica o consolare. f documentazione concernente la condizione economica nel Paese di. provenienza dei familiari a carico di cui all articolo 29 comma. 1 lettere b bis e c del testo unico prodotta dalle locali. autorita o da soggetti privati valutata dall autorita consolare. alla luce dei parametri locali, 2 L autorita consolare italiana provvede ove nulla osti alla.
legalizzazione della documentazione di cui al comma 1 lettere d e. e f salvo che gli accordi internazionali vigenti per l Italia. prevedano diversamente nonche alla sua validazione ai fini del. ricongiungimento familiare,3 Per i visti relativi ai familiari. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 31 agosto 1999 n 394 Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero a norma dell articolo 1 comma 6 del decreto legislativo 25 luglio 1998 n 286 Vigente al 1 8 2012

Related Books

UNIVERSAL REAR VIEW CAMERA 4 CAMERA DE RECUL UNIVERSELLE

UNIVERSAL REAR VIEW CAMERA 4 CAMERA DE RECUL UNIVERSELLE

PIONEER CORPORATION 1 1 Shin ogura Saiwai ku Kawasaki shi Kanagawa 212 0031 JAPAN PIONEER ELECTRONICS USA INC P O Box 1540 Long Beach California 90801 1540 U S A TEL 800 421 1404 PIONEER EUROPE NV Haven 1087 Keetberglaan 1 B 9120 Melsele Belgium Belgique TEL 0 3 570 05 11 PIONEER ELECTRONICS ASIACENTRE PTE LTD 253 Alexandra Road 04 01 Singapore 159936 TEL 65 6472

2015 Pioneer AV Receivers Pioneer Electronics USA

2015 Pioneer AV Receivers Pioneer Electronics USA

2015 Pioneer AV Receivers 2 Audio Technologies A Audio Technologies Video Technologies Audio Formats amp Licenses Sophisticated Surround System Connectivity Network Features Advanced Control MCACC Auto Room Tuning 1130 830 Create the optimum acoustic environment with Pioneer s MCACC Multi Channel Acoustic Calibration System developed with the expertise of professional recording studios

Stretch Yourself Wushu Team Leipzig

Stretch Yourself Wushu Team Leipzig

Stretch Yourself fightingarts com Difficulties with Doing a Side Split as the author of the book Stretching Scientifically A Guide to Flexibility Training and of video Secrets of Stretching Even though this column is titled Stretch Yourself it will deal with nearly all aspects of physical training as all of them are interrelated and should not be considered separately I will

Flexibilit Brad App

Flexibilit Brad App

Flexibilit y 3 T yp es of Stretc hing 4 Ho w to Stretc h Although eac h c hapter ma y refer to sections in other hapters it is not required that y ou read ev ery c hapter in the order presen ted It is imp ortan t ho w ev er that y ou read the disclaimer b efore reading an y other sections of this do cumen t See Disclaimer page 1 If y ou wish to skip around n umerous cross

Robotisation d une bo te de vitesses m canique

Robotisation d une bo te de vitesses m canique

Robotisation d une bo te de vitesses m canique Dr techn Robert Fischer Dr Ing Reinhard Berger Introduction La densification du trafic la multiplication des contraintes r glementaires l augmentation du prix des carburants sont autant d volutions unanimement d plor es par les usagers et qui laissent supposer que l on s acheminera n cessairement vers une automatisation de

Automatisation emploi et travail La Fabrique de l

Automatisation emploi et travail La Fabrique de l

l information et de la communication TIC ainsi que sur une automatisation plus forte de la cha ne de production Ces volutions ouvrent nouveau le d bat sur l impact de la robotisation et plus g n ralement du progr s technique sur l emploi et le travail Thibaut Bidet Mayer Sommaire 2 4 6 9 12 L impact de la robotisation

ROBOTIC PROCESS AUTOMATION RPA QUELLES OPPORTUNITES

ROBOTIC PROCESS AUTOMATION RPA QUELLES OPPORTUNITES

l automatisation robotisation L automatisation est la combinaison des avanc es de la technologie et de la m canique dans certains cas galement pou mette en uv e des processus de complexit diff rentes ayant pour but de r duire la charge de travail r alis e par un humain et de l assue pa un obot ou une machine sans perdre en efficacit Aujoud hui l automatisation

Automatisation et Robotisation en Pharmacie Hospitali re

Automatisation et Robotisation en Pharmacie Hospitali re

Automatisation et robotisation en pharmacie hospitali re l automatisation de la cueillette des m dicaments l analyse pharmaceutique syst matique des prescriptions Via un contr le de coh rence ultime au moment de l administration par lecture de code barres Th se M Viprey Impact de la mise en place d une dispensation journali re d livrance robotis e sur le circuit

Leadership Effectiveness Analysis

Leadership Effectiveness Analysis

Leadership 360 is based on the principle that your development may be helped significantly by your own insights into the strengths and weaknesses of your leadership approach The foundation of the Leadership 360 process is diagnostic feedback feedback which diagnoses those practices or behaviors that need to be sustained modified or added to your leadership repertoire The attitude you

SAMPLE Leadership Development Programs amp Consulting

SAMPLE Leadership Development Programs amp Consulting

SAMPLE SLII isn t something you do to people it s something you do with people Goal Setting 1 Aligning on what needs to be done when 2 Diagnosing Collaboratively assessing an individual s competence and commitment on a specific goal or task 3 Matching Using a variety of leadership styles comfortably to provide individuals with what they need Three Skills of SLI